archi Fiesole

Cimitero di San Miniato

Il cimitero di San Miniato è posto sul rilievo collinare a nord-ovest del capoluogo, nei pressi dell’omonimo borgo e risulta prospiciente alla settecentesca chiesa di San Miniato. L’impianto ha una configurazione planimetrica di forma rettangolare delle dimensioni di circa 125 x 75 Ml, si articola su tre livelli ognuno dei quali è composto sia da campi a sterro che da colombari e cappelle. Tra il secondo ed il terzo livello è posta la monumentale cappella dei caduti progettata a suo tempo dall’Architetto Coppedè. L’ingresso principale del cimitero è ubicato nello slargo in concomitanza dell’incrocio con via Sorelle Gramatica e risulta essere anche l’accesso alla parte più storica e monumentale, costituita da campi d’inumazione sui quali si affacciano cappelle gentilizie a schiera. Dal centrale viale alberato si giunge alla scalinata in marmo di collegamento tra il primo ed il secondo livello, mentre dal sistema di scalinate che circonda la cappella monumentale ai caduti di tutte le guerre si accede al terzo e più inferiore livello. Dall’esame delle varie strutture architettoniche si evince come il cimitero abbia nel tempo subito molteplici interventi di ampliamento, sempre verso la valle, realizzando via via sia aree destinate a campi d’inumazione che edifici destinati a loculi ed ossari, il tutto corredato da servizi igienici e da ascensori di collegamento dei vari livelli. Sono presenti due ulteriori accessi dei quali uno sul lato est e l’altro sul lato nord, nella parte più bassa del cimitero, costituendo questo ultimo anche l’accesso carrabile ai campi a sterro inferiore. All’interno del fabbricato realizzato negli Anni Ottanta risultano presenti i locali riservati al personale e dotati di servizi igienici, spogliatoi e magazzini.

Nel cimitero sono disponibili: